colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Il formato PDF

PDF: versioni speciali per usi particolari

Il formato PDF è stato pubblicato per la prima volta nel giugno 1993 ed allora era pensato come un formato digitale universale, per tutti gli usi su computer.

Da qualche tempo sono stati sviluppati standard particolari di PDF (cioè dei sottoinsiemi dei costrutti di PDF) per vari tipi di applicazioni. Attualmente gli standard sono i seguenti:

  • PDF/X è uno standard per la stampa, l’editoria e le arti grafiche (X = exchange)
  • PDF/A è uno standard per l’archiviazione a lungo termine (A = archiving)
  • PDF/E è uno standard per l’ingegneria e la manifattura (E = engineering)
  • PDF/H è uno standard per i dati medici (H = healthcare)
  • PDF/UA è uno standard per l’accessibilità (UA = universal accessibility)
  • PDF/VT è uno standard per i dati variabili (VT = variable transactional)

Alcuni di questi sono standard ISO altri sono ancora in fase di sviluppo

  • PDF/X: ISO 15930 (PDF 1.4 – 1.6)
  • PDF/A: ISO 19005 (PDF 1.4)
  • PDF/E: ISO 24517 (PDF 1.6)
  • PDF/H
  • PDF/UA
  • PDF/VT

La norma ISO 32000 fa da ombrello per tutti questi standard.

Torna all'indice di Il formato PDF

Mauro Boscarol

1/6/2010 alle 12:09

Parole chiave , , ,

Visitato 614 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.