colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Nozioni base di prestampa digitale

Ciclo di lavorazione: prestampa, stampa, poststampa

L’intero processo di realizzazione di uno stampato può essere suddiviso in tre parti:

  • prestampa (prepress);
  • stampa (printing);
  • poststampa (postpress).


Prestampa

La prestampa comprende tutte le operazioni di preparazione del lavoro a partire dai documenti originali (testo, fotografie, immagini) fino alla incisione della lastra. Tutte queste operazioni sono oggi realizzate con tecnologia digitale.

Questi sono i passaggi principali della prestampa:

  • impaginazione: il lavoro da stampare (libro, broschure, depliant, rivista, quotidiano, fumetti) viene preparato in forma digitale mediante un computer e applicazioni grafiche e di impaginazione (InDesign, XPress, Illustrator, FreeHand); l’impaginato contiene testo, immagini raster e immagini vettoriali;
  • normalizzazione: il lavoro viene convertito in un formato “normalizzato”; per la stampa industriale sono stati creati i formati PDF/X-1a, PDF/X3, PDF/X-4, PDF/X-5;
  • controllo (preflight): il lavoro, nel formato originale o in un formato grafico “normalizzato”, viene sottoposto a un controllo per accertarsi che siano presenti tutti gli elementi necessari (per esempio immagini, font, profili) e che non siano presenti elementi che possono influire negativamente sulla realizzazione della lastra e sulla successiva stampa (per esempio immagini con pochi pixel, font bitmapped);
  • gestione del colore (color management): tutti i dati di colore, se già non lo sono, vengono convertiti nel profilo di colore della macchina da stampa;
  • montaggio (imposition): viene eventualmente fatto il montaggio in forma digitale, cioè le pagine vengono montate in modo che risultino nella successione corretta quando il foglio verrà piegato;
  • abbondanze (trapping): vengono eventualmente create le abbondanze;
  • prova colore (color proofing) viene fatta una prova colore su monitor (soft proof) o su stampante (hard proof).

A questo punto il lavoro viene interpretato (se già non lo è), rasterizzato (se già non lo è) e retinato e viene incisa una lastra per ogni colore primario (CMYK) e per ogni colore spot.


Stampa

Anche se le lastre sono ottenute con un procedimento digitale, la stampa offset è naturalmente un procedimento analogico.


Poststampa

  • Tagliare (cutting, schneiden)
  • Piegare (folding, falzen)
  • Confezionare (saddlestitching, sammelheften)
  • Incollare (adhesive Binding, klebebinden)

 

Torna all'indice di Nozioni base di prestampa digitale

Mauro Boscarol

19/1/2009 alle 15:40

Parole chiave

Visitato 6,111 volte, negli ultimi 7 giorni 10 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.