colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Curiosità, aneddoti, storie su colore e visione

Blue non è necessariamente blu

La parola inglese blue (nel senso del colore) la vedo tradotta con l’italiano “blu”. Non è sempre sbagliato, ma spesso lo è.

Sta di fatto che l’inglese ha una sola parola, blue,  per indicare i tre colori che noi chiamiamo “celeste”, “azzurro” e “blu”. Dunque l’inglese blue andrà tradotto in italiano qualche volta con celeste, qualche volta con azzurro, e qualche volta con blu, non sempre con blu.

Che aspetto hanno i tre colori? In uno studio di Beretta e Moroney è risultato che gli italiani (almeno quelli che hanno partecipato all’esperimento) quando vedono su monitor il colore raffigurato qui sotto a sinistra, lo chiamano celeste, quando vedono  il colore qui sotto in centro lo chiamano azzurro, quando vedono il colore qui sotto a destra lo chiamano blu.

blue

Siamo sempre nel gruppo degli azzurri, ma in italiano distinguiamo almeno tre principali azzurri con tre parole diverse, mentre l’inglese ha una sola parola per tutti: blue che non possiamo tradurre invariabilmente con blu.

Se non abbiamo idea di quale blue si sta parlando la scelta migliore è tradurlo con azzurro, che è quello intermedio. Per noi  in quella gamma di colori, l’azzurro è quello standard, normale. Altrimenti se è un blue chiaro va bene tradurlo con celeste (che etimologicamente è il colore del cielo, un azzurro cielo). Se è un blue scuro allora va bene blu. In tutti gli altri casi conviene tradurre con azzurro.

  • Nell’Apocalisse di Giovanni (XXI, 18-21), Gerusalemme è la città celeste, non blu.
  • Il principe azzurro non è il principe blu.
  • Il pesce azzurro non è il pesce blu.
  • Le auto blu sono proprio blu.
  • Il cielo quando è sereno è celeste o azzurro, non blu.
  • A Siena i colori della contrada Onda sono bianco e celeste, non bianco e blu.
  • La maglia del Napoli è azzurra, non blu.
  • Il sangue dei nobili è blu, non è celeste o azzurro
  • Il pomeriggio è troppo azzurro, non troppo blu.
  • I primari RGB, red, green, blue, non andrebbero tradotti rosso, verde e blu, ma rosso, verde e azzurro (questa è dura da accettare ma è così).
  • I primari dei pittori sono rosso, giallo e azzurro, non rosso, giallo e blu.

Celeste è più o meno sinonimo di ciano, turchese, carta da zucchero. Quindi si può tradurre anche con uno di questi nomi.

Azzurro non ha sinonimi (li abbiamo dati tutti a celeste).

Blu anche non ha sinonimi di una parola.

Jodi L. Sandford ha scritto un interessante articolo su questo tema: Blu, Azzurro, Celeste – What color is blue for Italian speakers compared to English speakers? (VII Conferenza del Gruppo del Colore, Bologna 2012).


Riferimenti

G. Beretta e N. Moroney “Cognitive Aspects of Color” IV Conferenza Nazionale del Gruppo del Colore, Como 2008

 

Torna all'indice di Curiosità, aneddoti, storie su colore e visione

Mauro Boscarol

30/4/2016 alle 01:16

Parole chiave , , , ,

Visitato 662 volte, negli ultimi 7 giorni 19 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.