colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Curiosità, aneddoti, storie su colore e visione

Blue non è necessariamente blu

La parola inglese blue (nel senso del colore) la vedo tradotta con l’italiano “blu”. Non è sempre sbagliato, ma spesso lo è.

Sta di fatto che l’inglese ha una sola parola, blue,  per indicare i tre colori che noi chiamiamo “celeste”, “azzurro” e “blu”. Dunque l’inglese blue andrà tradotto in italiano qualche volta con celeste, qualche volta con azzurro, e qualche volta con blu, non sempre con blu.

Che aspetto hanno i tre colori? In uno studio sperimentale di Beretta e Moroney è risultato che gli italiani (almeno quelli che hanno partecipato all’esperimento) quando vedono su monitor il colore raffigurato qui sotto a sinistra, lo chiamano celeste, quando vedono  il colore qui sotto in centro lo chiamano azzurro, quando vedono il colore qui sotto a destra lo chiamano blu.

 

Siamo sempre nel gruppo degli azzurri, ma in italiano distinguiamo almeno tre principali azzurri con tre parole diverse, mentre l’inglese ha una sola parola per tutti: blue che non possiamo tradurre invariabilmente con blu.

Se non abbiamo idea di quale blue si sta parlando la scelta migliore è tradurlo con azzurro, che è quello intermedio. Per noi  in quella gamma di colori, l’azzurro è quello standard, normale. Altrimenti se è un blue chiaro va bene tradurlo con celeste (che etimologicamente è il colore del cielo, un azzurro cielo). Se è un blue scuro allora va bene blu. In tutti gli altri casi conviene tradurre con azzurro.

  • Nell’Apocalisse di Giovanni (XXI, 18-21), Gerusalemme è la città celeste, non blu.
  • Il principe azzurro non è il principe blu.
  • Il pesce azzurro non è il pesce blu.
  • Le auto blu sono proprio blu.
  • Il cielo quando è sereno è celeste o azzurro, non blu.
  • A Siena i colori della contrada Onda sono bianco e celeste, non bianco e blu.
  • La maglia del Napoli è azzurra, non blu.
  • Il sangue dei nobili è blu, non è celeste o azzurro
  • Il pomeriggio è troppo azzurro, non troppo blu.
  • I primari RGB, red, green, blue, non andrebbero tradotti rosso, verde e blu, ma rosso, verde e azzurro (questa è dura da accettare ma è così).
  • I primari dei pittori sono rosso, giallo e azzurro, non rosso, giallo e blu.

Celeste è più o meno sinonimo di ciano, turchese, carta da zucchero. Quindi si può tradurre anche con uno di questi nomi.

Azzurro non ha sinonimi (li abbiamo dati tutti a celeste).

Blu è sinonimo di azzurro scuro.

Jodi L. Sandford ha scritto un interessante articolo su questo tema: Blu, Azzurro, Celeste – What color is blue for Italian speakers compared to English speakers? (VII Conferenza del Gruppo del Colore, Bologna 2012).


Riferimenti

G. Beretta e N. Moroney “Cognitive Aspects of Color” IV Conferenza Nazionale del Gruppo del Colore, Como 2008

 

Visitato 2,603 volte, negli ultimi 7 giorni 11 visite

Torna all'indice di Curiosità, aneddoti, storie su colore e visione

Mauro Boscarol

30/4/2016 alle 01:16

Parole chiave , , , ,

Visitato 2,603 volte, negli ultimi 7 giorni 11 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.