colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Camera Raw e Lightroom

ACR e Lr: white balance (bilanciamento bianco)

I controlli di ricostruzione della scena sono

  • White balance (Bilanciamento bianco)
  • Exposure (Esposizione)
  • Recovery (Recupero)
  • Lens correction (Correzioni lente)
  • Camera Calibration (Calibrazione fotocamera)

In questo post vediamo il primo di questi controlli, il bilanciamento del bianco.

Il bilanciamento del bianco viene regolato sulla base di una immagine, ma poi può essere usato su qualunque immagine scattata con quella fotocamera e sotto quell’illuminante.

Camera Raw e Lightroom determinano il cosiddetto bilanciamento del bianco sulla base dei due parametri (regolabili mediante cursori) Temperature (temperatura) e Tint (termine intraducibile). Assieme, temperatura di colore e tint, determinano la cromaticità dell’illuminante scelto o in modo equivalente la sua temperatura di colore correlata. Ci sono diverse possibilita di bilanciamento del bianco.


Bilanciamento con illuminante dichiarato in ACR/Lightroom

L’utente può indicare a Camera Raw o a Lightroom la temperatura di colore (in kelvin) e la tint dell’illuminante che illuminava la scena al momento dello scatto. Ci sono queste scelte predefinite:

  • Daylight (luce diurna): 5500 K, tinta +10;
  • Cloudy (nuvolo): 6500 K, tinta +10;
  • Shade (ombreggiatura): 7500 K, tinta +10;
  • Tungsten (tungsteno): 2850 K, tinta 0;
  • Fluorescent (fluorescente): 3800 K, tinta +21;
  • Flash: 5500 K, tinta 0.


Bilanciamento con illuminante dichiarato in fotocamera

Impostando invece il bilanciamento As Shot (come scattato) l’informazione sulla cromaticità dell’illuminante viene presa dal relativo tag Exif eventualmente presente nell’immagine; a sua volta il tag Exif registra l’impostazione fatta dall’utente mediante il menù della fotocamera. L’utente può aver scelto una determinata temperatura, oppure può aver lasciato la decisione alla fotocamera (auto), oppure può aver scattato una superficie neutra (preset) dalla quale fotocamera ricava il bilanciamento necessario.

Se il tag Exif non è presente, viene usata l’impostazione Auto.


Bilanciamento automatico, cioè stimato da ACR/Lightroom

Impostando il bilanciamento Auto (automatico) Camera Raw e Lightroom stimano la temperatura di colore e la tinta, non ho idea con quale algoritmo lo facciano.


Bilanciamento con temperatura colore indicata dall’utente

Ancora, Camera Raw e Lightroom consentono di regolare manualmente la temperatura su un qualunque valore compreso tra 2000 e 50000 K, spostando il cursore con il mouse, oppure con le frecce in alto e in basso a incrementi di 50 K, oppure con le frecce e tasto maiuscole a incrementi di 200 K (Lightroom) o 500 K (Camera Raw); e la tint su qualunque valore compreso tra -150 e 150. In questo caso appare l’indicazione Custom (personale).


Bilanciamento su un’area neutra indicata dall’utente
(con il contagocce)

Ma il metodo migliore è quello di bilanciare l’immagine usando lo strumento di bilanciamento del bianco (white balance tool) cioè il contagocce che in Camera Raw sta in alto a sinistra e in Lightroom sta nell’area di bilanciamento.

Cliccando su un punto dell’immagine che si vuole rendere acromatico (cioè grigio) quel punto viene bilanciato e nelle stesse proporzioni vengono bilanciati tutti i punti dell’immagine.

Camera Raw
Più in dettaglio,  se lo zoom è al 100% o meno, il contagocce di Camera Raw campiona un’area di 5 x 5 pixel del monitor. Se invece lo zoom è maggiore di 100% il contagocce campiona un’area di 5 x 5  pixel dell’immagine.

Lightroom 
Invece il contagocce di Lightroom si può regolare da 5 x 5 pixel a 17 x 17 pixel, e l’area campionata si può vedere attivando Loupe e modificare con lo slider Scale.

Lightroom 2

Camera Raw e Lightroom fanno la media dei pixel contenuti nella zona campionata e usano questi valori per bilanciare l’immagine. Ora vediamo come si può calibrare il bianco di una fotocamera sotto un dato illuminante con l’aiuto di un target ColorChecker.


Bilanciamento del bianco con un ColorChecker

Il contagocce di Camera Raw e quello di Lightroom sono progettati per essere usati su zone grigie molto chiare come la seconda tacca da sinistra dell’ultima riga di questo Mini ColorChecker che ho messo sulla libreria e ho fotografato.

Non va usato su zone completamente bianche, perché potrebbero essere bruciate, né su zone scure perché il rumore può alterare la lettura. Il target deve essere ben esposto senza clipping dei bianchi o dei neri.

Si fa clic al centro della tacca grigia, la seconda da sinistra nell’ultima riga, assicurandosi che la zona campionata sia rimasta all’interno nella tacca grigia, e si possono apportare regolazioni fini con i cursori Temperature e Tint. A questo punto l’immagine è bilanciata.

Per maggiori dettagli sul bilanciamento del bianco vedi questo post Ricostruzione della scena: bilanciamento del bianco.

Tecnicamente, il bilanciamente serve per creare una matrice (per interpolazione tra le due matrici create da Adobe per quella fotocamera) da applicare ai dati Raw, pixel per pixel, per ottenere i dati nello spazio RIMM (cioè ProPhoto a gamma 1, quindi lineare).

Una volta trovato il bilanciamento corretto, lo stesso bilanciamento si può usare per la stessa macchina e per la stessa illuminazione. Dunque conviene salvare un subset delle impostazioni che contenga solo il bilanciamento (ed eventualmente i valori di Camera Calibration, perché bilanciamento e calibrazione sono le uniche impostazioni che non dipendono dalla immagine, ma solo dalla fotocamera e illuminazione).

È meglio dare un nome significativo alle impostazioni, utile per riconoscere il contenuto: suggerisco di mettere il nome della fotocamera e le condizioni di illuminamento, per esempio D40_Daylight.xmp.

Questa impostazione può essere richiamata ogni volta che deve essere bilanciato il bianco di una immagine scattata con quella macchina e sotto quell’illuminante.

Nel prossimo post vediamo come Camera Raw e Lightroom caratterizzano il sensore. Con la versione 4.5 di Camera Raw, Adobe ha cambiato le modalità di caratterizzazione, dunque vediamo prima la “vecchia maniera” e successivamente la “nuova maniera”.

Torna all'indice di Camera Raw e Lightroom

Mauro Boscarol

6/9/2008 alle 15:57

Parole chiave , , , , , ,

Visitato 2,048 volte, negli ultimi 7 giorni 3 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.