colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1998

Nella serie Sensazione e percezione del colore

Colori cromatici (cioè con tinta) e acromatici (cioè senza tinta)

Non tutti i colori hanno una tinta: un colore che ha una tinta è detto colore cromatico (chromatic color, vedi definizione CIE e traduzione in 14 lingue), un colore che non la possiede è detto colore acromatico (achromatic color, vedi definizione CIE e traduzione in 14 lingue).

I colori nella figura qui sopra sono tutti cromatici (hanno una tinta). Per i colori cromatici, poiché hanno una tinta, si può giudicare la quantità di tale tinta, che viene indicata con il termine pienezza.

I colori dell’aria e dell’acqua sono tipicamente acromatici (non hanno tinta), mentre il colore del vino è cromatico (ha una tinta). L’espressione luce bianca, parlando con proprietà, non è corretta e dovrebbe essere sostituita con “luce acromatica”.


Colori acromatici in modalità superficie

In modalità superficie (tipicamente in una scena illuminata e quasi sempre anche su monitor) i colori acromatici, cioè senza tinta, sono il bianco, il nero e varie gradazioni di grigio (qui sotto).

Spesso per indicare che un colore è proprio acromatico, senza nessuna tinta nemmeno in quantità minima, si usa dire che è un grigio neutro, anche se, tecnicamente parlando, il grigio è sempre neutro (nel senso che non ha tinta) per definizione.

 

Visitato 3,005 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Torna all'indice di Sensazione e percezione del colore

Mauro Boscarol

19/2/2011 alle 12:00

Parole chiave , , , , ,

Visitato 3,005 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.