colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1998

Nella serie Gestione colore secondo ICC

Confronto tra profili ICC di fotocamera (DPP e C1)

Sia Canon Digital Photo Professional (il Raw converter proprietario di Canon) che Capture One (il Raw converter di Phase One) forniscono profili ICC per le fotocamere supportate. In questo post confrontiamo la struttura di un profilo Canon con un profilo Capture One.

Il profilo DPP (a sinistra negli screen shot qui sotto, in inglese) è quello per la Canon EOS 50D con picture style Standard e spazio sRGB (la corrispondenza tra sigle e fotocamere Canon si trova in questa pagina del blog). Il profilo Capture One (a destra negli screen shot qui sotto, in italiano) è quello per la Canon EOS 500 D.

Nella testata si legge che, per entrambi i profili la trasformazione è da (Space) RGB a (PCS) Lab (D50 come sempre in ICC). Poi si vede che entrambi sono profili versione 2 (Specification Version):

Nello screen shot qui sopra vediamo anche i tag. In entrambi i profili sono presenti i tre tag di matrice (rXYZ, gXYZ, bXYZ). Tuttavia nel profilo Canon tutti i valori sono 0 e quindi questi tag non vengono usati. Nel profilo Capture One invece i tag sono popolati.

Poi ci sono i tre tag delle curve di risposta tonale (rTRC, gTRC, bTRC). Anche in questo caso nel profilo Canon queste curve sono tutte lineari, quindi non fanno nulla. Nel profilo Capture One le curve non sono lineari, e quindi hanno un effetto.

Infine nel profilo Canon ci sono tre strutture di tipo mft2 A2B0, A2B1, A2B2, che corrispondono ai tre intenti di rendering. Se si va a controllare si vede che queste tre strutture sono identiche. Nel profilo Capture One c’è una sola struttura di tipo mft2, A2B0.

Esaminiamo allora le strutture A2B0, ognuna delle quali è costituita da quattro elementi. Il primo elemento è una matrice, che in entrambi i profili è unitaria e quindi non fa nulla:

Il secondo elemento è una curva di ingresso (o “curva interna”, per ogni primario RGB). Nel profilo Canon queste curve sono lineari e non fanno nulla. Nel profilo Capture One le tre curve non sono lineari.

Il terzo elemento è una tabella che va da RGB a Lab. Questa tabella è presente in entrambi i profili.

Infine le curve di uscita sono lineari in entrambi i profili.

Ora le considerazioni finali. Entrambi i profili convertono da RGB a Lab.

Nel profilo Canon l’unica struttura efficace è semplicemente una tabella da RGB a Lab D50. La griglia per ogni primario RGB è composta da 33 punti quindi ogni punto x (da 0 a 32) vale 255 x/32, cioè

x R
0   0
1   7.97
2  15.94

32  255

Per esempio R = G = B = 0 diventa L = a = b = 0 e R = G = B = 255 diventa L = 100, a = b = 0.

Al contrario, nel profilo Capture One il calcolo da RGB a Lab viene eseguito in due passi: le matrici trasformano RGB in XYZ mentre le curve interne e la tabella trasformano XYZ in Lab.

L’architettura del profilo Canon è un po’ strana perché contiene strutture che non vengono utilizzate (matrici e curve di risposta tonale) e quindi potevano essere tralasciate. Secondo Graeme Gill il motivo per cui il profilo contiene queste strutture inutili è che Canon ha probabilmente usato un software per la creazione di profili di monitor (profili che prevedono matrici e curve di risposta tonale).

L’architettura del profilo Capture One invece rispetta le indicazioni (non obbligatorie) delle specifiche ICC.

 

Visitato 119 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Torna all'indice di Gestione colore secondo ICC

Mauro Boscarol

6/1/2010 alle 20:15

Parole chiave , , ,

Visitato 119 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.