colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Nozioni base di prestampa

Introduzione alla prestampa digitale

Da quando nell’industria della stampa sono entrati i personal computer, cioè dal 1987 circa, i concetti di prestampa hanno subìto l’ennesima rivoluzione e come sempre, quando c’è una rivoluzione tecnologica, gli specialisti che si sono formati sulle vecchie pratiche faticano ad abbandonarle e a praticare i nuovi metodi.

La fase di passaggio tra prestampa degli anni 70 (del Novecento) e prestampa moderna dovrebbe essere ormai conclusa, in fin dei conti sono passati più di vent’anni. Però c’è ancora qualche “giapponese” che continua a combattere la sua guerra con gli scanner a tamburo, le pellicole, i vecchi formati grafici (tipo EPS e DCS) e con concetti ormai arrivati alla loro consunzione, seppelliti (o in fase di seppellimento) dalla pratica e dalle normative come i vari, e incompatibili tra di loro, concetti di densità.

D’altra parte la prestampa moderna richiede una grado di conoscenza superiore a quello che veniva richiesto agli operatori negli anni 70. Bisogna conoscere un po’ di informatica, un minimo di matematica, un po’ di fisica dei materiali, dei supporti, degli inchiostri, un po’ di colorimetria e di fotometria. Altrimenti con i nuovi oggetti che si devono manipolare, per esempio i profili colore e gli intenti di rendering, non si riesce a cavarsela.

Ma anche molte delle cose che la rivoluzione dei personal computer aveva fatto scomparire tornano ora a galla ed è tempo che vengano usate. Per esempio quella che Adobe e Apple chiamano Advanced Typography in una certa misura esisteva già negli anni 70 (per esempio le legature, il maiuscoletto vero, i glifi alternativi) ma Word, PageMaker e Illustrator l’avevano fatta scomparire. Ora viene reintrodotta (per esempio in InDesign) ma i giovani non l’hanno mai conosciuta e nessuno gliela insegna.

Questo è il mondo della prestampa moderna come lo vedo io. E questa serie di post è il mio piccolo contributo al suo sviluppo.

Torna all'indice di Nozioni base di prestampa

Mauro Boscarol

9/10/2008 alle 13:40

Parole chiave

Visitato 3,794 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.