colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1998

Nella serie Argyll Color Management System

Argyll: installazione su Mac OS X

Scaricare Argyll

La versione più recente di Argyll per Mac OS X (da 10.3) si scarica da questa pagina. Le seguenti istruzioni le ho verificate su Mac OS X 10.6 con processore Intel e su Mac OS X 10.4 con processore PowerPC.

Il file scaricato (.tgz) si decomprime in un file .tar  che a sua volta viene decompresso o si decomprime con un clic. Ne risulta una cartella che contiene questi elementi:

Il numero della versione di Argyll nel mio caso è 1.1.0, nel vostro caso potrà essere diverso. I comandi eseguibili sono nella cartella bin. Nella cartella doc c’è la documentazione in html (il file di partenza è ArgyllDoc.html) e nella cartella ref diversi file, target, profili di riferimento.

Nelle ultime versioni c’è anche una cartella usb che serve per la app Android ArgyllPro Color Meter.


Posizionare Argyll

Questa cartella si può mettere dove si vuole (ma vedere Aggiornamento 20/6/2016 in fondo a questo post). Io ho scelto di metterla in /usr/bin e per questo ho selezionato il disco principale e con il comando del Finder Go > Go to Folder ho aperto la cartella /usr/bin e in questa cartella ho trascinato la cartella Argyll (viene chiesta la password):


Comunicare al sistema dove sta Argyll

Infine va comunicato al sistema che i comandi eseguibili si trovano in questo path (eventualmente modificare il numero di versione)

/usr/bin/Argyll_V1.1.0/bin

Nota: come si vede dal titolo del Terminale qui sotto, la shell utilizzata per default (a partire da Mac OS X 10.4 Tiger) è bash, quindi io uso questa shell.

In Snow Leopard (10.6) e successivi il file in cui va indicato il path è

~/.bash_profile

che sta nella cartella utente ed è invisibile (perché inizia con un punto). (In realtà si potrebbe mettere anche in /etc/profile ma preferisco non farlo perché è a livello sistema, mentre .bash_profile è a livello utente.)

Per controllare se .bash_profile c’è già oppure no, si apre il Terminale e dalla home dell’utente si dà il comando ls -a (che significa “lista il contenuto della directory, compresi i file invisibili”; la directory in questo caso è la home dell’utente):

Se nell’elenco compare .bash_profile vuol dire che il file esiste già, altrimenti non esiste e va creato.

Se .bash_profile esiste lo si apre in TextEdit con questo comando:

open -a TextEdit .bash_profile

si  aggiunge questa riga (eventualmente modificando il numero di versione):

export PATH=/usr/bin/Argyll_V1.1.0/bin:$PATH

e si salva il file.

Se .bash_profile non esiste lo si può creare e contemporaneamente aggiungere il path con questo comando (eventualmente modificando il numero di versione)

echo 'export PATH=/usr/bin/Argyll_V1.1.0/bin:$PATH' >> ~/.bash_profile


Verificare se l’installazione è andata a buon fine

A questo punto si riavvia il Terminale (così .bash_profile viene ricaricato) e si può provare a dare un comando qualsiasi di Argyll, per esempio dispcal per vedere se viene riconosciuto.

Se viene riconosciuto compare l’elenco di tutte le opzioni del comando. Se non viene riconosciuto, bisogna controllare il file .bash_profile con TextEdit come più sopra.

 

Aggiornamento 16/4/2012: verificato il funzionamento con Mac OS X 10.7.3 (Lion) e Argyll 1.3.7. Le istruzioni sopra indicate sono sempre valide.

Aggiornamento 15/8/2013: verificato il funzionamento con OS X 10.8.3 (Mountain Lion) e Argyll 1.5.1. Istruzioni valide.

Aggiornamento 14/12/2013: verificato il funzionamento con OS X 10.9 (Mavericks) e Argyll 1.6.2. Istruzioni valide.

Aggiornamento 25/6/2014: verificato il funzionamento con OS X 10.10 (Yosemite) e Argyll 1.6.3. Istruzioni valide.

Aggiornamento importante 20/6/2016: da OS X 10.11 (El Capitan) nella cartella /usr/bin non si può più mettere niente. Consiglio allora di mettere la cartella di Argyll in /usr/local/bin (e di cambiare corrispondentemente il path). Ho verificato con Argyll 1.8.3 e funziona.

Aggiornamento 11/2/2017: verificato il funzionamento con macOS 10.12.3 (Sierra) e Argyll 1.9.2. Istruzioni valide.

Aggiornamento 29/10/2018: verificato il funzionamento con macOS 10.14 (Mojave) e Argyll 2.0.1. Istruzioni valide.

 

Visitato 2,087 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Torna all'indice di Argyll Color Management System

Mauro Boscarol

17/2/2010 alle 00:42

Parole chiave , , ,

Visitato 2,087 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.