colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1998

Nella serie Gestione colore secondo ICC

Output: profilo di stampa v2

Gli unici profili che sono obbligatoriamente a tabella sono quelli di classe output, che si riferiscono a tutti i tipi di stampanti, stampatrici, macchine da stampa e anche ai film recorders una periferica oggi obsoleta.

Alcune stampanti usano coloranti RGB ma la maggior parte utilizzano inchiostri CMYK (o loro varianti). Inoltre, con gli attuali sistemi operativi, ad alcune stampanti (quelle non PostScript) è possibile trasmettere solo dati RGB, che vengono convertiti dal driver in CMYK. Quindi un profilo di classe output può essere RGB o CMYK. 

Un profilo di classe output infine è bidirezionale, da coordinate di stampante a PCS e viceversa. 

La trasformazione generale da PCS a periferica di un profilo di stampa è questa:

Nei profili di periferiche di stampa ci sono sei tag che si riferiscono a tabelle: 

  • trasformazioni da periferica a PCS 
    • AtoB0: percettivo; 
    • AtoB1: colorimetrico relativo; 
    • AtoB2: saturazione; 
  • trasformazioni da PCS a periferica
    • BtoA0: percettivo; 
    • BtoA1: colorimetrico relativo; 
    • BtoA2: saturazione. 

La tabella colorimetrica relativa da periferica a PCS entra in gioco quando il profilo viene utilizzato come sorgente (per esempio nel caso di hard proof e soft proof); le varie tabelle da PCS a periferica vengono utilizzate quando il profilo è di destinazione (per esempio nel caso di conversione in quadricromia, da RGB a CMYK). 

Per fare una soft proof sono importanti le tabelle colorimetriche relative nelle due direzioni, e dunque in un buon profilo i tag AtoB1 e BtoA1 devono puntare a tabelle effettive, non referenziate. 

Solo in rare situazioni le tabelle AtoB0 e AtoB2 (da periferica a PCS per percettivo e saturazione) sono utili. Per esempio quando il profilo di destinazione non contiene tabelle per intenti di rendering, l’applicazione dell’intento deve essere fatta dal profilo di origine. 

 

Curve

In ingresso e in uscita dalla tabella ci possono essere delle curve. La curva dalla parte CMYK può essere usata per limitare la quantità totale di inchiostro: per esempio tutto quello che è sopra il 95% può essere portato al 95%, tutto quello che è sotto il 3% può essere portato al 3%. 

Dalla parte Lab si può regolare la saturazione e il color cast (a e b) e il contrasto, la luminosità e la chiarezza (L).

 

Visitato 77 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Torna all'indice di Gestione colore secondo ICC

Mauro Boscarol

3/9/2008 alle 18:53

Parole chiave , , ,

Visitato 77 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.