colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Profilo di fotocamera secondo Adobe

Anatomia di un profilo di fotocamera

Questa è una parte un po’ tecnica per chi vuole entrare nei dettagli. In un “profilo di fotocamera” (ufficialmente si chiama DNG camera profile) sono contenuti i seguenti tag.

A titolo di esempio ho messo in verde i valori di un profilo tra quelli forniti da Adobe.

– (opzionale ProfileName è il nome del profilo (per quel UniqueCameraModel): Camera Landscape

– (opzionale) ProfileCopyright è la stringa di copyright: Copyright 2008 Adobe Systems, Inc.

– ColorMatrix1 e (opzionale) ColorMatrix2 sono due matrici di conversione da valori colorimetrici XYZ a valori nativi di fotocamera, non bilanciati, sotto i due illuminanti specificati più sotto. ColorMatrix1 è obbligatoria per i file DNG non monocromatici.

 0.7943 -0.2691 -0.0166         0.6992 -0.1667 -0.0806
-0.708   1.4377  0.2969        -0.8138  1.5748  0.2543
-0.0477  0.0561  0.7879        -0.0874  0.085   0.7896

– (opzionali) ForwardMatrix1 e ForwardMatrix2 sono due matrici di conversione da valori nativi bilanciati di fotocamera a valori XYZ. Portano il bianco 1 1 1 in D50, dunque incorporano una CAT (chromatic adaptation transform, raccomandata quella cosiddetta di Bradford).

0.7103 0.2105 0.0434            0.7103 0.2105 0.0434
0.3573 0.7874 -0.1447           0.3573 0.7874 -0.1447
0.0272 -0.0386 0.8365           0.0272 -0.0386 0.8365

Con queste due coppie di matrici è possibile implementare due diversi algoritmi per la conversione da valori nativi a valori colorimetrici XYZ D50. Se sono presenti le ForwardMatrix, è consigliato usare queste, altrimenti si usano le ColorMatrix.

CalibrationIlluminant1 e (opzionale) CalibrationIlluminant2 sono i due illuminanti a cui si riferiscono le due matrici. I valori ammessi sono gli stessi di Exif, cioè i seguenti (i profili DNG creati da Adobe sono sempre basati su A e D65). Se il primo illuminante non c’è viene assunto il valore 0 (unknown).

0 = Unknown
1 = Daylight
2 = Fluorescent
3 = Tungsten (incandescent light)
4 = Flash
9 = Fine weather
10 = Cloudy weather
11 = Shade
12 = Daylight fluorescent (D 5700 - 7100K)
13 = Day white fluorescent (N 4600 - 5400K)
14 = Cool white fluorescent (W 3900 - 4500K)
15 = White fluorescent (WW 3200 - 3700K)
17 = Standard light A
18 = Standard light B
19 = Standard light C
20 = D55
21 = D65
22 = D75
23 = D50
24 = ISO studio tungsten
255 = Other light source

– (opzionale) ProfileCalibrationSignature indica chi ha costruito le matrici di caratterizzazione: com.adobe

– (opzionale) ProfileToneCurve è la curva tonale di base che viene applicata per default ai dati lineari dell’immagine in CameraRaw, nell’esempio questa in rosso (dovrei farla in verde per coerenza, ma ce l’ho solo così):

– (opzionali) ProfileHueSatMapDims e ProfileHueSatMapData1 e ProfileHueSatMapData2 contengono le dimensioni e i dati della prima e della seconda tavola di colori HSL.

Nel profilo d’esempio non ci sono, ma le dimensioni potrebbero essere 90 25 1: significa che c’è un unico campionamento per L (valore consigliato) e ci sono 90 campionamenti su H, e per ognuno di questi 25 su S ; in ogni tavola ci sono dunque 90 x 25 x 1 = 2250 campionamenti, per ognuno dei quali ci sono tre spostamenti H, S, L; ogni tavola ha dunque 6750 valori.

Si tratta delle tavole con i valori di spostamento HSL che determinano la correttezza colorimetrica del profilo; sono applicate prima dello stadio di compensazione di esposizione. Tutti i profili realizzati con ChartWizard in DNG ProfileEditor contengono queste tavole (e non contengono la tavola successiva).

Un profilo DNG può contenere una sola tavola (e allora è un profilo per singolo illuminante) oppure due tavole (e allora è un profilo per tutti gli illuminanti).

– (opzionale) ProfileLookTableDims e ProfileLookTableData contengono le dimensioni (36 16 16) e i dati della tavola che contiene il look di default dell’immagine.

Si tratta della tavola con i valori di spostamento HSL che costituisce il punto di partenza quando un utente corregge l’immagine; è applicata dopo lo stadio di compensazione di esposizione e/o fill light ma prima di ogni curva tonale. Tutti i profili Camera Matching forniti da Adobe contengono questa tavola (e non contengono le tavole precedenti).

– (opzionale) ReductionMatrix1ReductionMatrix2 sono due matrici particolari che si usano quando il sensore ha più di tre piani di filtri (un sensore RGB ha tre piani di filtri, e in tal caso queste matrici non vengono usate).

– ProfileEmbedPolicy Embed if Used

 

Torna all'indice di Profilo di fotocamera secondo Adobe

Mauro Boscarol

2/9/2008 alle 21:52

Parole chiave , , ,

Visitato 1,358 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.