colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Camera Raw e Lightroom

ACR: conversione output referred

Una volta arrivati ai dati RGB scene referred (dati lineari riferiti alla scena) che per Camera Raw e Lightroom sono dati ProPhoto a gamma 1 (RIMM), il passo successivo è la conversione ad uno spazio output referred.

Camera Raw permette all’utente (nelle opzioni di workflow in basso al centro) la scelta tra questi quattro spazi RGB standard (screen shot qui sotto):

  • ProPhoto;
  • sRGB;
  • Adobe RGB;
  • ColorMatch.

Oggi c’è sostanziale unanimità nell’affermare che il miglior spazio output referred per una immagine digitale Raw è ProPhoto. Questo spazio conserva più o meno tutti i colori che il sensore ha catturato perché è molto più ampio degli altri. Proprio per questo motivo quando si salva una immagine in ProPhoto è meglio attivare la codifica a 16 bit (che in realtà in Photoshop sono 15 bit + 1, cioè i valori assunti vanno da 0 a 32768).

L’immagine viene convertita (da RIMM) allo spazio, nella profondità (8 o 16 bit per canale), nella dimensione in pixel (con eventuale ricampionamento) e risoluzione scelta dall’utente. Questa è l’immagine che vediamo, e che tipicamente, in ACR, verrà aperta in Photoshop, che assegnerà all’immagine lo spazio RGB scelto.

Questa è anche l’immagine sulla quale è basato l’istogramma e i numeri RGB presentati da Camera Raw:

Istogramma di Adobe Camera Raw 4.6

Torna all'indice di Camera Raw e Lightroom

Mauro Boscarol

6/9/2008 alle 02:38

Parole chiave , , ,

Visitato 715 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.