colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Nozioni base di prestampa

Gergo della prestampa digitale A-M

• abbondanza
(eng. trapping) tecnica che minimizza gli effetti di “fuori registro” in stampa, consistente nel sovrastampare (→sovrastampa) di poco le aree di stampa i cui bordi sono adiacenti per evitare situazioni come quella rappresentata qui sotto;  talvolta il termine viene usato con il significato di →rifilo e in tal caso il trapping viene chiamato compensazione o sormonto (terminologia sconsigliata)

• angolo di retino
(eng. screen angle) [da inserire]

• astralon
foglio di plastica indeformabile utilizzato per il →montaggio manuale delle pellicole al fine di incidere la lastra offset

bleed (eng., letteralmente “sanguinare”) →rifilo

brochure (eng.) si può tradurre con opuscolo, spesso di prestigio per l’uso di immagini, la carta impiegata, l’uso sintetico del testo

• bucatura
(eng. knockout) eliminazione di una parte di un grafismo per fare in modo che un altro grafismo non sovrastampi; per esempio nell’immagine qui sopra la stella ciano “buca” lo sfondo magenta; opposto di →sovrastampa; anche chiamato foratura

certified color proof (eng.) →prova colore certificata

• ciano
(eng. cyan) il colore di uno dei quattro inchiostri di quadricromia (gli altri sono →magenta, →giallo, →nero); spesso viene lasciato in inglese cyan (erroneamente, se i nomi degli altri colori vengono tradotti: “cyan, magenta, giallo e nero” non è corretto)

• cianografica
indica una prova di stampa realizzata con una stampante digitale valida solo per il posizionamento e il montaggio, non valida come →prova colore

• colore di barattolo →colore spot

• colore di calamaio →colore spot

• colore dichiarato →colore spot

• colore di scatola →colore spot

• colore Pantone
è un →colore spot di una delle varie librerie di colori proposte dalla società americana Pantone oggi acquisita da X-Rite; Pantone fornisce due tipi di librerie: librerie di colori spot e librerie di colori di quadricromia; tipicamente con il termine “colore Pantone” si intende un colore spot e non di quadricromia; la parola Pantone rimane invariata al plurale, come euro (“due colori Pantone”, non “due Pantoni”; “due euro”, non “due euri”)

• colore spot
(eng. spot color) colore creato con un singolo inchiostro speciale, non con inchiostri di quadricromia; anche detto tinta piatta, colore dichiarato, colore di barattolo, colore di scatola, quinto colore, colore di calamaio

• compensazione →abbondanza

• composizione
(eng. typesetting) [da inserire]

• conversione in quadricromia
[da inserire]

• copertura inchiostro
(eng. total ink limit) [da inserire]

• cromalin
Cromalin è il nome di una linea di stampanti Dupont (analogiche a partire dal 1972 e poi anche digitali) per la realizzazione di prove colore; oggi il termine “cromalin” viene talvolta erroneamente usato per indicare qualunque prova colore (non necessariamente fatta con una stampante Dupont Cromalin)

Digitaldruck (deu.) →stampa digitale

digital proof (eng.) →prova digitale

• dot per inch (eng.) →punti per pollice

downsampling (eng.) →ricampionamento

• dpi abbreviazione di →dot per inch

• foratura →bucatura

• frequenza di retino
(eng. screen frequency, screen ruling) [da inserire]

• gamut di una periferica
insieme di colori producibili da una periferica: un monitor o una stampante; non “gammut” come si legge spesso

• giallo
(eng. yellow) il colore di uno dei quattro inchiostri di quadricromia (gli altri sono →ciano, →giallo, →nero);

half-tone proof print (eng.) →prova colore retinata

hard proof (eng.) →prova colore

knockout (eng.) →bucatura

• magenta
(in eng. rimane invariato magenta) il colore di uno dei quattro inchiostri di quadricromia (gli altri sono →ciano, →giallo, →nero); prende il nome dalla città di Magenta, vicino a Milano e dove si svolse nel 1859 una importante battaglia della seconda guerra di indipendenza

• mezzatinta
[da definire] forma del punto

• moirée
[da definire]

• montaggio
(eng. imposition) [da definire]

 

Torna all'indice di Nozioni base di prestampa

Mauro Boscarol

12/11/2008 alle 00:42

Parole chiave , ,

Visitato 7,081 volte, negli ultimi 7 giorni 7 visite

9 commenti

Abbonati ai commenti a questo post con RSS

  1. Forse è interessante aggiungere alla lista: RISTAMPA ANASTATICA

    Edizione di un testo antico o un’opera fuori commercio ottenuta attraverso la riproduzione fotolitografica dello stampato originale.
    Ciao. Fabrizio.

    Fabrizio

    21/11/08 alle 12:49

  2. Il termine “SMARGINO”, per quanto orrendo, è usato spesso e volentieri dai tipografi per indicare il rifilo.

    Inserirei anche CROMALIN (che ognuno scrive in modo differente…)

    Ciao
    Matteo

    datzebao

    25/11/08 alle 08:59

  3. Questo glossario e gli altri di questa serie sono “work in progress”, ma intanto grazie a Gianni Saccardo, Larsenio Bonetto,Claudio Marconato, ed altri di cui conosco solo il nickname: mao72, diegomad, vale.piccolo, d56, lupusinfabulax, albertocchio, Fabrizio e Matteo.

    Mauro Boscarol

    3/12/08 alle 18:04

  4. Io aggiungerei INTERPOLAZIONE. Visto che nel flusso di lavoro digitale è spesso una consuetudine e anche una necessità.
    Ciao
    Enrico Fois

    enricofois

    16/1/09 alle 17:33

  5. Ciao Enrico,

    interpolazione in che senso? Fammi un esempio.

    Ciao, grazie.

    Mauro Boscarol

    16/1/09 alle 17:39

  6. INTERPOLAZIONE nel senso di ingrandimento elettronico delle dimensioni dell’immagine. Oggi gli scatti digitali dipendendo dalla risoluzione del sensore ed hanno una dimensione massima che non sempre è sufficiente per le dimensioni usate in una pubblicazione e quindi si ricorre ad un ingrandimento elettronico in Photoshop. A mio avviso interpolazione si dovrebbe estendere in generale all’adattamento delle dimensioni dell’immagine. In ingrandimento e in riduzione. Questo è fatto anche dai programmi di impaginazione mediante il fattore di ingrandimento percentuale impostato nel Box che contiene l’immagine. Spero di aver espresso chiaramente il concetto. Ciao, Enrico

    enricofois

    19/1/09 alle 11:17

  7. Ok, l’ho messa come “ricampionamento”. Grazie.

    Mauro Boscarol

    19/1/09 alle 13:19

  8. Salve,
    questa definizione relativa al rapporto volumetrico tra i ppi ed i dpi di una stessa immagine può essere accettato: http://www.ehow.com/how_8367799_calculate-dpi-ppi.html ?
    Grazie

    RobbyC

    18/11/12 alle 18:26

  9. L’idea di fare un Glossario è interessante, il blog non mi sembra la piattaforma più adatta. https://it.wikipedia.org/wiki/Glossario_della_stampa_e_prestampa potrebbe fungere meglio. Cordialmente.

    ML

    9/12/14 alle 10:41

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.