colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie

Storia del desktop publishing

Tutto comincia con PostScript, la cui storia inizia attorno al 1970 al PARC (Palo Alto Research Center) l’istituto di ricerca della Xerox, dove sono nate molte importanti tecnologie informatiche, tra le quali il mouse, l’interfaccia grafica con menù e cestino, la tecnologia di rete Ethernet.

Per la storia di PostScript si veda questo post. Nel 1985 viene pubblicato PageMaker di Aldus e nasce il desktop publishing che in quel momento è Aldus PageMaker + Adobe PostScript + Apple LaserWriter.

PageMaker viene subito tradotto in italiano e distribuito da Italware, una società del gruppo Fininvest:

Nel 1987 esce la versione 2 di PageMaker, ma anche la prima versione di un nuovo programma di impaginazione, QuarkXpress che negli anni successivi supera PageMaker e diventa il principale programma di impaginazione.

Nel 1994 Adobe acquisisce Aldus che produce PageMaker e commercializza FreeHand (entrambe sono alla versione 4), applicazione rivale di Adobe Illustrator e prodotta da Altsys. A causa della concorrenza con Illustrator, FreeHand non entra nella scuderia di Adobe. Macromedia acquisisce Altsys e produce le versioni da 5 a 11 (quest’ultima anche detta MX) di FreeHand.

Nel frattempo la versione 3.3 di QuarkXpress per Macintosh, uscita nel 1996, ancor oggi ritenuta la più stabile, diventa uno standard internazionale de facto.

Con l’acquisizione di Aldus, Adobe ha intenzione di rivitalizzare PageMaker e battere Quark, ma poco dopo cambia strategia. PageMaker non verrà mai veramente aggiornato e invece ha inizio il progetto di una nuova applicazione che vedrà la luce nel 1999, Adobe InDesign.

Con una quota di mercato di circa il 90%, QuarkXpress è diventato nel frattempo il monopolista del mercato dell’impaginazione, con tutti i classici difetti del monopolio: costi elevati, rari aggiornamenti, inerzia nei rapporti con i clienti, scarsità di canali diretti di supporto, scarsa considerazione dei distributori nei rapporti commerciali.

Dal 2000 il mercato delle applicazioni di impaginazione si divide tra QuarkXpress e InDesign ma il primo viene percepito come un prodotto invecchiato e costoso, che necessita di modernizzazione e ricollocamento e Quark si impegna in questo. Escono le versioni 5, 6 e 7 a cui Adobe ribatte con le versioni dalla 2 alla 5 di InDesign, con prestazioni sempre superiori.

Nel 2005 Adobe acquisisce Macromedia (principalmente per incrementare la propria produzione nel campo del web e di Internet) e in questo modo incrocia ancora la propria strada con FreeHand, il vecchio rivale di Illustrator, che Macromedia stessa aveva trascurato a favore delle applicazioni per Internet. Naturalmente anche in Adobe, FreeHand non viene più aggiornato e di fatto abbandonato.

Oggi il mercato dell’impaginazione professionale è quasi completamente monopolio di Adobe, con InDesign, Photoshop e Illustrator.

Il sito PrePressure ha una breve storia del desktop publishing con altri dettagli.

ANNO POSTSCRIPT E PDF PAGEMAKER XPRESS INDESIGN ILLUSTRATOR E FREEHAND
1984 PostScript
1985 Aldus PageMaker (Mac)
1986 Illustrator (Mac)
1987 Aldus PageMaker 2 QuarkXPress (Mac)
1988 Illustrator 88 (Mac)
Aldus FreeHand 1 e 2 (Mac)
1989 Aldus PageMaker 3 QuarkXPress 2 (Mac) Illustrator 2 (Win)
1990 Aldus PageMaker 4 QuarkXPress 3 (Mac) Aldus FreeHand 3 (Mac, Win)
Illustrator 3 (Mac)
1991 PostScript Level 2
1992 QuarkXPress 3 (Win) Aldus FreeHand 4
Illustrator 4 (Win)
1993 PDF 1.0
Illustrator 5 (Mac)
1994 PDF 1.1 Adobe acquisisce Aldus
Adobe PageMaker 5
1995 Macromedia FreeHand 5
1996 PDF 1.2 Macromedia FreeHand 7
Illustrator 6 (Mac)
1997 Adobe PageMaker 6 QuarkXPress 4 Illustrator 7 (Mac, Win)
1998 PostScript 3 Macromedia FreeHand 8
Illustrator 8
1999 PDF 1.3 InDesign
2000 Macromedia FreeHand 9
Illustrator 9
2001 PDF 1.4
PDF/X-1a
Adobe PageMaker 7 Macromedia FreeHand 10
Illustrator 10
2002 PDF/X-3 QuarkXPress 5 InDesign 2
2003 PDF 1.5
PDF/X-1a
PDF/X-3
QuarkXPress 6 InDesign CS (3) Macromedia FreeHand MX (11)
Illustrator CS (11)
2004 PDF 1.6
2005 InDesign CS2 (4) Adobe acquisisce Macromedia
Illustrator CS2 (12)
2006 PDF 1.7 QuarkXPress 7
2007 InDesign CS3 (5) Illustrator CS3 (13)
2008 PDF/X-4 QuarkXpress 8 InDesign CS4 (6) Illustrator CS4 (14)
2009


Applicazioni minori

Nel 1986 esce Ventura Publisher, inizialmente sviluppato al PARC (come PostScript e altri prodotti informatici) e poi da Ventura Software che nel 1989 viene acquisita da Xerox. Nel 1993 l’applicazione viene venduta alla Corel, ed esce come Corel Ventura 5, da questa versione solo per Windows. La versione attuale è Corel Ventura 10 e si colloca nel mercato delle applicazioni di impaginazione tecnica.

Un’altra applicazione che si colloca nello stesso mercato di Ventura è FrameMaker, scritta inizialmente per Unix e uscita, come Ventura, nel 1986. Successivamente viene scritta anche per Mac e Win. Nel 1995 Adobe acquisisce Frame Technology e pubblica nei dieci anni successivi le versioni 5, 6 e 7. La versione attuale, la 8, ha eliminato il supporto per Mac e altri ambienti Unix e gira solo sotto Windows e Solaris.

Microsoft Publisher viene pubblicata per la prima volta nel 1991 ed è una applicazione di impaginazione entry level che si rivolge al mercato small business e non a quello dei grafici. È compresa in qualche versione del pacchetto Microsoft Office e salva in un formato proprietario non supportato da nessun’altra applicazione, con l’eccezione di PageMaker (ma esiste un plugin che converte nel formato InDesign).

Torna all'indice di

Mauro Boscarol

6/11/2008 alle 22:59

Parole chiave , , , , , , ,

Visitato 1,426 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

3 commenti

Abbonati ai commenti a questo post con RSS o TrackBack.

  1. Mitico questo post!
    Quanti ricordi!

    mclaud

    6/11/08 alle 23:36

  2. […] più desktop publishing che altro. Allora consiglio questa lettura: storia del desktop publishing, sul blog di Boscarol. Questo articolo è stato scritto da Atreyu Otsuka, e pubblicato il 10 […]

  3. … [Trackback]…

    […] Read More: boscarol.com/blog/?p=4210 […]…

    E-bike

    14/11/11 alle 21:37

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.