colore digitale blog

Il blog di Mauro Boscarol sulla gestione digitale del colore dal 1997

Nella serie Periferiche digitali

Tecnologie per le stampanti: getto d’inchiostro

Una stampante a getto d’inchiostro (ink jet printer) consiste di una testina mobile (head) provvista di ugelli (nozzle) che crea una immagine spruzzando piccolissime gocce di inchiostro (ink) su un supporto (che può essere carta, PVC, stoffa, ceramica o altro).

La tecnologia è stata sviluppata a partire dal 1950 circa, mentre le primissime stampanti collegate ad un computer sono state sviluppate vent’anni dopo soprattutto da Epson, Hewlett-Packard e Canon. Negli anni 80 del Novecento le stampanti a getto d’inchiostro sono diventate di uso comune, rimpiazzando le stampanti a matrice di punti (dot matrix) per l’utenza privata e i piccoli uffici.

La prima stampante commerciale a getto d’inchiostro è stata la HP ThinkJet (1984).

I vantaggi della stampa a getto d’inchiostro sono:

  • non c’è contatto tra supporto e sistema di stampa, il che consente di stampare su supporti strutturati, con superfici non lisce;
  • rispetto ad altri sistemi producono un ampio gamut di colori;
  • il supporto può essere sia a fogli che a rotoli;
  • il supporto può essere di qualsiasi larghezza.

Tecnologie

  • getto continuo (CIJ, continuous ink jet);
  • getto su domanda (DOD, drop on demand);
    • termico (thermal); tecnologia chiamata Bubble Jet da Canon ma usata anche da HP e Lexmark; schema qui sotto a sinistra;
    • piezoelettrico (piezoelectric); tecnologia usata principalmente da Epson; schema qui sotto a destra;

Inchiostri

  • a base acqua (per carta);
    • con sostanze coloranti (dye) hanno ampio gamut colore ma poca resistenza all’acqua e alla luce (es. Epson Claria, Canon ChromaPlus);
    • con pigmenti (pigment) hanno gamut colore ridotto ma molta resistenza all’acqua e alla luce (es. Epson DuraBrite, Epson UltraChrome, Epson UltraChrome K3);
  • a base solvente (per PVC e condizioni meteorologiche estreme);
    • standard (necessario un impianto di ventilazione);
    • ecosolvent;
  • UVcurable (per qualunque materiale rigido o flessibile) asciuga istantaneamente ai raggi UV senza sistemi di riscaldamento.

Torna all'indice di Periferiche digitali

Mauro Boscarol

9/10/2010 alle 19:33

Parole chiave , ,

Visitato 1,533 volte, negli ultimi 7 giorni 1 visite

Vuoi fare un commento a questo post?

Devi essere collegato per scrivere un commento.